Teologia animalista - autori-vari - Edizioni Messaggero Padova - Fascicolo carta Edizioni Messaggero Padova

Attenzione, controllare i dati.

- 5%
Teologia animalista
Rivista Credere Oggi
Fascicolo 248 - 04/2022
Numero edizione 1
Titolo Teologia animalista
sottotitolo CredOg XLII (2/2022) n. 248
Editore Edizioni Messaggero Padova
formato Fascicolo carta
Dimensioni 14,5 x 21,0
genere Teologia e cultura religiosa
ISBN 9788825054262

Teologia animalista

CredOg XLII (2/2022) n. 248

- 5%
Teologia animalista
Continua l’attenzione della rivista al mondo animale, dopo il fascicolo dedicato all’ampia ricognizione del rapporto tra cristianesimo e animali (n. 162). Stavolta l’approccio è teologico: nei manuali di teologia della creazione a tutt’oggi non si riflette sugli animali come realtà creaturale propria, ma vengono inclusi in un contesto creazionale generico peraltro senza distinguere tra esseri non viventi ed esseri viventi non umani. È una lacuna che è doveroso superare anche perché il tema sta assumendo una rilevanza sempre crescente nelle scienze naturali (etologia, biodiversità…), nella filosofia (i diritti degli animali) e nella società (valore sociale della presenza di animali da compagnia, ambivalenze del consumo di prodotti animali da allevamenti intensivi…). Entrando in dialogo con le scienze naturali (abilità sensitive, emotive e cognitive degli animali), quali le conseguenze a livello teologico specialmente per l’etica teologica? Papa Francesco, parla del «valore proprio» di ogni creatura (Laudato si’).
Rivista Credere Oggi
Fascicolo 248 - 04/2022
Numero edizione 1
Titolo Teologia animalista
sottotitolo CredOg XLII (2/2022) n. 248
Editore Edizioni Messaggero Padova
formato Fascicolo carta
Dimensioni 14,5 x 21,0
genere Teologia e cultura religiosa
ISBN 9788825054262
La rivista «CredereOggi» è pubblicata da quarant’anni dalle «Edizioni Messaggero Padova» sotto la responsabilità dei Frati minori conventuali di sant’Antonio di Padova. Contributi di FRANCESCO ALLEGRI - CHRISTOPH AMOR - GIUSEPPE BERTONI - GIANNELLA BIDDAU - PIETRO CHIARANZ - M.M. LINTNER - ALMA MASSARO - MARKUS MOLING - MICHAEL ROSENBERGER - PIERO STEFANI

Quarta di copertina

Continua l’attenzione della rivista al mondo animale, dopo il fascicolo dedicato all’ampia ricognizione del rapporto tra cristianesimo e animali (n. 162). Stavolta l’approccio è teologico: nei manuali di teologia della creazione a tutt’oggi non si riflette sugli animali come realtà creaturale propria, ma vengono inclusi in un contesto creazionale generico peraltro senza distinguere tra esseri non viventi ed esseri viventi non umani. È una lacuna che è doveroso superare anche perché il tema sta assumendo una rilevanza sempre crescente nelle scienze naturali (etologia, biodiversità…), nella filosofia (i diritti degli animali) e nella società (valore sociale della presenza di animali da compagnia, ambivalenze del consumo di prodotti animali da allevamenti intensivi…). Entrando in dialogo con le scienze naturali (abilità sensitive, emotive e cognitive degli animali), quali le conseguenze a livello teologico specialmente per l’etica teologica? Papa Francesco, parla del «valore proprio» di ogni creatura (Laudato si’).

Condividi

Teologia animalista
9,50 9,03
 
risparmi: € 0,47
Spedito in 3/4 giorni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.