Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
- 5%
Il presbiterato nei documenti del concilio Vaticano II

Il presbiterato nei documenti del concilio Vaticano II

Recezione in Paolo VI e Giovanni Paolo II

Il concilio Vaticano II ha riletto il ministero ordinato alla luce della rinnovata riflessione ecclesiologica. Ciò ha portato a una fisionomia del presbiterato marcatamente comunionale e missionaria, finalmente liberata dalla dimensione individuale e cultuale della precedente concezione sacerdotale. Il presente lavoro risponde al delicato tentativo di mostrare come i magisteri di Paolo VI e di Giovanni Paolo II abbiano recepito la lezione conciliare circa il presbiterato. La novità di questo studio è data dalla lettura diacronica dei documenti del Vaticano II e dei due papi, confrontando i dati, quasi come una sinossi, sì da dedurre, da un lato le peculiarità che caratterizzano l’insegnamento del concilio e di ciascuno dei due pontefici rispetto al presbiterato, e dall’altro, la qualità di recezione dei documenti conciliari nel magistero pontificio.
Alberto MALAFFO, nato a Verona nel 1982, è presbitero della diocesi di Verona dal 2007. Attualmente è vicerettore del quadriennio teologico nel Seminario vescovile di Verona e collaboratore per la formazione permanente del clero nella diocesi veronese. Presso la Pontificia Università Gregoriana ha conseguito, nel 2012, la licenza in teologia dogmatica e, nel 2016, il dottorato in teologia, difendendo il presente lavoro di tesi. Dal 2015 è docente presso lo Studio teologico San Zeno (Verona), in cui tiene il corso di Teologia del ministero ordinato.

Quarta di copertina

Il concilio Vaticano II ha riletto il ministero ordinato alla luce della rinnovata riflessione ecclesiologica. Ciò ha portato a una fisionomia del presbiterato marcatamente comunionale e missionaria, finalmente liberata dalla dimensione individuale e cultuale della precedente concezione sacerdotale. Il presente lavoro risponde al delicato tentativo di mostrare come i magisteri di Paolo VI e di Giovanni Paolo II abbiano recepito la lezione conciliare circa il presbiterato. La novità di questo studio è data dalla lettura diacronica dei documenti del Vaticano II e dei due papi, confrontando i dati, quasi come una sinossi, sì da dedurre, da un lato le peculiarità che caratterizzano l’insegnamento del concilio e di ciascuno dei due pontefici rispetto al presbiterato, e dall’altro, la qualità di recezione dei documenti conciliari nel magistero pontificio.

Condividi

Il presbiterato nei documenti del concilio Vaticano II
32,00 30,40
 
risparmi: € 1,60
Spedito in 3/4 giorni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.