Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
- 5%
I miei condannati a morte
Autore
Introduzione
Prefazione
Argomento Attualità
Collana Ifuoricollana
Editore Edizioni Messaggero Padova
Tipologia
Libro: Brossura plastificata opaca
Dimensioni 13,5 x 20,5
Pagine 216
Pubblicazione 04/2024
Numero edizione 1
ISBN 9788825057683
 

I miei condannati a morte

La storia è un tesoro prezioso di esperienze, incontri e scelte. Il racconto delle vicende tragiche dei giovani, spesso giovanissimi, condannati a morte del carcere Le Nuove di Torino durante l’occupazione nazista della città di Torino, fatta in prima persona da colui che ne fu cappellano e ne raccolse le ultime parole, lacrime e sospiri, è un patrimonio inestimabile. Una testimonianza di umanità semplice, ma tenace. Un racconto veritiero, ma mai invadente e sempre sorprendente. Il testo di Ruggero Cipolla, così come uscì dalla sua penna e dalla sua vita, si consegna nelle mani del lettore con la certezza di essere attuale, coinvolgente e convincente, come sempre è la storia, come sempre è la vita.
Autore
Introduzione
Prefazione
Argomento Attualità
Collana Ifuoricollana
Editore Edizioni Messaggero Padova
Tipologia
Libro: Brossura plastificata opaca
Dimensioni 13,5 x 20,5
Pagine 216
Pubblicazione 04/2024
Numero edizione 1
ISBN 9788825057683
 
Ruggero CIPOLLA (1911-2006) è maestro di resistenza e uomo di speranza. Sacerdote francescano che al servizio in carcere approda per caso e non si tira indietro. Prima con i condannati a morte durante l’occupazione tedesca di Torino, esperienza che più gli insegnerà la forza del perdono. Poi con i condannati alla pubblica riprovazione di oltre quattro decadi di vita carceraria, per fare del non giudizio una scelta.

Quarta di copertina

La storia è un tesoro prezioso di esperienze, incontri e scelte. Il racconto delle vicende tragiche dei giovani, spesso giovanissimi, condannati a morte del carcere Le Nuove di Torino durante l’occupazione nazista della città di Torino, fatta in prima persona da colui che ne fu cappellano e ne raccolse le ultime parole, lacrime e sospiri, è un patrimonio inestimabile. Una testimonianza di umanità semplice, ma tenace. Un racconto veritiero, ma mai invadente e sempre sorprendente. Il testo di Ruggero Cipolla, così come uscì dalla sua penna e dalla sua vita, si consegna nelle mani del lettore con la certezza di essere attuale, coinvolgente e convincente, come sempre è la storia, come sempre è la vita.

Condividi

I miei condannati a morte
18,00 17,10
 
risparmi: € 0,90
Spedito in 3/4 giorni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.