Vangelo secondo Giovanni (Capitoli 1-11) - M. Elena Bosetti, Giuseppe Casarin - Edizioni Messaggero Padova - Libro Edizioni Messaggero Padova
Vai al contenuto della pagina
- 5%
Vangelo secondo Giovanni (Capitoli 1-11)

Vangelo secondo Giovanni (Capitoli 1-11)

I segni dell'Amore

"Lectio divina" popolare dedicata al quarto Vangelo. Nella scelta dei brani e nei tre momenti classici della lettura-interpretazione-attualizzazione si è tenuto conto del concreto uso liturgico di questo Vangelo. Giovanni, attraverso una selezione mirata di «segni», si prefigge un obiettivo preciso, dichiarato apertamente alla fine del Vangelo: «Perché crediate che Gesù è il Cristo… e perché, credendo, abbiate la vita nel suo nome» (Gv 20,31). Il primo dei segni, fondamento di tutti gli altri, Gesù lo compie sollecitato dalla madre a Cana di Galilea nel contesto delle nozze, mentre l’ultimo, il settimo, è la risurrezione di Lazzaro che prefigura chiaramente quella di Gesù.
ELENA BOSETTI, suora di Gesù Buon Pastore, dottore in teologia biblica, dal 1980 al 2010 ha insegnato presso la Pontificia Università Gregoriana. Attualmente è docente al Claretianum (Roma) e all’ISSR «C. Ferrini» (Modena). Si dedica alla pastorale biblica e al ministero della Parola. Tra le sue pubblicazioni, tradotte in varie lingue, segnaliamo le più recenti: «Prima lettera di Pietro» (EMP, Padova 2010); «Come lingue di fuoco» (San Paolo, Cinisello B. 2009); «Donne della Bibbia. Bellezza intrighi fede passione» (Cittadella, Assisi 2010); «Sandali e bisaccia. Percorsi biblici del "prendersi cura"» (Cittadella, Assisi 2010).

Quarta di copertina

"Lectio divina" popolare dedicata al quarto Vangelo. Nella scelta dei brani e nei tre momenti classici della lettura-interpretazione-attualizzazione si è tenuto conto del concreto uso liturgico di questo Vangelo. Giovanni, attraverso una selezione mirata di «segni», si prefigge un obiettivo preciso, dichiarato apertamente alla fine del Vangelo: «Perché crediate che Gesù è il Cristo… e perché, credendo, abbiate la vita nel suo nome» (Gv 20,31). Il primo dei segni, fondamento di tutti gli altri, Gesù lo compie sollecitato dalla madre a Cana di Galilea nel contesto delle nozze, mentre l’ultimo, il settimo, è la risurrezione di Lazzaro che prefigura chiaramente quella di Gesù.

Condividi

Vangelo secondo Giovanni (Capitoli 1-11)
22,00 20,90
 
risparmi: € 1,10
Spedito in 3/4 giorni

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.